RIFLESSIONI #1

Di recente gli attentati terroristici di Parigi hanno sconvolto l'occidente: i molti morti, l'attacco non ad un simbolo, ma al nostro stesso stile di vita, l'alto numero di morti, la paura che capiti di nuovo ha scatenato decine di reazioni. Purtroppo però c'è stato chi immediatamente ne ha approfittato.

Gli orrori del terrorismo ormai sono sentiti più vicini, e immediatamente c'è stato chi ha premuto non sull'orrore scatenato dall'ISIS, ma sulla loro religione: l'Islam. Inoltre, ha iniziato a prendersela con gli immigrati, e con lui tutti coloro che lo seguono e quanti non lo seguono ma abboccano all'amo. A chi mi riferisco lo sanno tutti, e comunque mi sono sempre fatto vanto di mantenere un minimo di correttezza, quindi cercherò per quanto possibile di non fare riferimenti diretti.

A tutti costoro voglio dire: se volete prendervela con tutti i musulmani o tutti gli immigrati per gli orrori compiuti dai terroristi, allora non avete il diritto di lamentarvi, perché questi orrori nascono da questo stesso ragionamento, compiuto verso di noi occidentali. Sì, perché l'origine dell'ISIS sta in una situazione creata dai nostri capi, favoriti dai più ricchi di noi: essi hanno manovrato la politica della zona, allo scopo di insediare regimi favorevoli all'occidente, così da avere petrolio a buon prezzo, e delle conseguenze sulla popolazione se ne sono fregati; ora la loro rabbia è esplosa, e i motti contro l'Islam nell'insieme e gli immigrati non faranno altro che aumentare questa rabbia, e così il potere dell'ISIS.

Non citerò frasi falsamente prese dal corano come è stato fatto, né osserverò come si stia parlando degli stessi individui veloci a giudicare un giudice e lenti a vedere su cosa si è basato nel giudizio. Ma una cosa su di loro la voglio dire: non gli importa di vedere giustizia, l'unica cosa che gli importa e di colpevolizzare quanti hanno identificato come "altri"; perché sono gli "altri" a dover fare da capro espiatorio, perché sono gli "altri" a doverci dare l'illusione di una superiorità che nessuno può pretendere di avere. Inutile dire che tutto questo non eliminerà l'ISIS, ma la rafforzerà, perché darà nuove ragioni agli "altri" di odiarci, ma questo ovviamente per loro è un dettaglio.

Non so come continuerà, ma certo ci saranno numerose vittime innocenti, sia tra gli occidentali sia tra i medio-orientali. Una cosa simile a quella che sta avvenendo è già avvenuta: nel vecchio Far West, quando il governo faceva i trattati con gli indiani e poi se ne fregava, chi pagava? La popolazione, ovviamente; popolazione che ha immediatamente dato il consenso ad uno dei peggiori genocidi della storia. Al di là delle ovvie differenze di contesto, tecnologia disponibile, ecc... sta avvenendo la stessa cosa: la popolazione sta pagando per le male azioni dei suoi capi, quindi darà ora il consenso per qualunque cosa, sia pure un bombardamento a tappeto che massacrerà migliaia di innocenti e un terrorista, e senza dispiacersi per gli innocenti coinvolti.

Purtroppo, se vogliamo evitare che accadano di nuovo cose i bombardamenti sono forse l'unica soluzione, ma non sono né un politico né uno stratega, e i miei studi sono limitati all'ambito dei beni culturali e della storia, quindi non voglio nemmeno discutere su quale sia la soluzione migliore, e vorrei che lo stesso facessero le decine di persone che di politica e di strategia militare se ne intendono quanto o meno di me e tuttavia pretendono di parlarne. Ma una cosa la so: prendersela con gli immigrati e con l'Islam e sostenere individui che invece di combattere tale atteggiamento lo esaltano e lo sfruttano perché non sono capaci di far politica in altro modo è semplicemente sbagliato.

SEGUIMI SU: Facebook  – Pagina FacebookTwitterGoogle+Ask Deviantart

Nessun commento:

Articoli Correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...