CREAZIONE MONDI: LINGUAGGI 2B

Dopo i mutamenti legati ai fonemi, vediamo quelli legati al significato.

METAFORA

La metafora è una similitudine implicita, cioè il cui significato è chiaro:

"Quell'uomo è un leone", dove per "leone" s'intende "coraggioso".

Un esempio di come avvenga per l'evoluzione linguistica è l'italiano "Padiglione": viene dal latino Papilio, cioè "farfalla"

Negli anni, quindi, "Leone" può perdere il suo significato di animale e assumere quello di "coraggioso". Infatti, "coraggioso" in Novunese è "Gliune", da Leone (L diventa ll'allofono GLI, e si allunga in I, avviene la dittongazione con semiconsonantizzazione di O), dal quale viene un'intera famiglia di parole (non, non ve la descrivo perché dovrei spoilerare le modificazioni grammaticali)

METONIMIA
La Metonimia è una figura retorica in cui si indica un oggetto con qualcosa di collegato ad esso, per esempio (da Wikipedia, in accordo con i miei ricordi da Liceo):
  • l'autore per le sue opere ("oggi devo studiare Foscolo / le opere di Foscolo, "oggi ascolto Mozart / le opere di Mozart"); 
  • la causa per l'effetto ("sentire le campane / i rintocchi delle campane"); 
  • l'effetto per la causa (guadagnarsi il pane con il sudore / con la fatica); 
  • il contenitore per il contenuto (bere un bicchiere / l'acqua nel bicchiere); 
  • l'astratto per il concreto (confidare nell'amicizia / negli amici); 
  • il concreto per l'astratto (ascoltare il proprio cuore / i sentimenti, ha gli strumenti / ha le capacità); 
  • la materia per l'oggetto (legno per croce, bronzo per statua). 
  • il luogo per l'oggetto o istituzione (Via XX Settembre per indicare il Ministero dell'Economia); 
  • la parte del corpo per la persona (Lingua mortal non dice / quel ch'io sentiva in seno (Leopardi, A Silvia, 26-27). 
Nell'evoluzione linguistica un esempio è "fuoco", dal latino "Focus", cioè "focolare".

Nel caso del Novunese, prendo come esempio "Bronzo" per "Statua". Negli anni, "Bronzo" inizia ad essere usato per statue di ogni materiale, e quindi "Statua" in Novunese si dice "Foroth·no" da Bronzo (inversione N-TH, mutazione di Z dura in TH duro, assimilazione di B in R). Ovviamente, anche da qui viene una famiglia di parole.

ELLISSI
L'Ellissi è una figura retorica in cui una parola viene omessa perché considerata di troppo. Per esempio, "Giunta a casa l'ambasciatrice" è un'Ellissi (non c'è il verbo).


Nell'evoluzione linguistica, un esempio è "Strada", che viene dal latino Via Strata, ovvero "Via stratificata", con cui si indicavano le strade romane.

E per il Novunese? Ecco l'esempio scelto: in "Arma da Fuoco", Fuoco ha raccolto il significato di "Arma", e così in Novunese "Arma da fuoco" si dice "Fuaco" (addolcimento vocale dopo "u").

PARETIMOLOGIA
Con questa a cambiare non è il significato, ma parte della parola secondo il significato percepito.

"Bonaccia", per esempio, viene dal latino Malacia, ma siccome "Mal-" indica qualcosa di negativo, lo si è sostituito con "Bon-". Oppure, "Vedetta" viene da "Veletta", perché si è associato il termine a "vedere".

Per il Novunese, l'esempio è questo: "Acclamare" lo si collega a "Chiamare", quindi diviene "Acchiamare", che nelle varie modifiche diventa "Sachiomare" (trsformazione in S della prima nelle doppie e inversione consonante-vocale se in inizio c'è vocale).

4 commenti:

Viviana B. ha detto...

In questo universo ormai popolato da "cioè ke nn so ma cmq..." leggere post come il tuo è un balsamo per "animali in via d'estinzione" come me! Grazie infinite per questo scritto!

Davide Quetti ha detto...

Grazie a te, Vivi! Di cero non userò mai tale linguaggio da sms.

Phiiiibi. ha detto...

Olla'.

Davide Quetti ha detto...

Ciao.

Articoli Correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...