PDM IV

I RE DELL'ADRIATICO

GRAVIDANZA E LITI

—Non pensavo che una gravidanza potesse stancare così!—
—Be', Tarpea, devi calcolare che facciamo un lavoro spossante. Poi, tutta quell'energia magica... inoltre, anche se non sembra perché è immortale, Gladiatrex ha comunque qualche migliaio di anni, e questo ha un certo peso sotto il profilo psicologico—
Tarpea parlava ovviamente con Servio. Omega era con Gladiatrex, mentre Flora e Littero discutevano sull'interpretazione della mappa. Ora, uno, avendo in mente la mappa con il percorso segnato, può chiedersi: "Ma cosa cavolo serve una traduzione". Ebbene, in genere i toponimi (fondamentali per trovare il luogo giusto) sono scritti. Inoltre, mappe come questa hanno molte informazioni scritte per spiegare entrate segrete, passaggi poco chiari, ecc...
Bandiera della Serenissima Repubblica di Venezia
Ora, la mappa in questione era in antico veneziano. Dei pirati veneziani avevano catturato un discendente dei pisani liberati che aiutarono a nascondere il tesoro, e di padre in figlio gli era arrivato l'interpretazione delle supposizioni fatte dai Templari, in seguito vendute dal re di Francia ai Veneziani. Il Maggior Consiglio e il Doge di Venezia decisero di nascondere l'oggetto in questione, ma gli uomini che ricevettero quest'ordine furono catturati da dei Corsari Barbareschi. La Repubblica di Venezia, signora dell'Adriatico grazie alla sua marna ma anche grazie ai suoi pirati (non corsari perché non avevano alcun riconoscimento legale) recuperò con un assalto alla nave pirata i suoi uomini, ma essi non sapevano più dire con precisione dove si nascondeva, e c'erano state solo supposizioni. Ma ora, Flora e Littero riuscirono a tradurre il testo...

L'ULTIMA BATTAGLIA

Sesta Pompeo entrò nella grotta sull'Adriatico, ridendo fra se e se: l'eredià del suo antenato stava per tornare. E, come lui, anche lei avrebbe dominato il Mar Mediterraneo, facendo tremare tutte le nazioni dei tre continenti che vi si affacciavano. Nessuno avrebbe potuto fermarla.
All'improvviso sentì qualcuno, si girò ma non vide nessuno.

—Accidenti— sussurrò Omega —è già arrivata la pazza! E ora, che facciamo?—
—Te l'avevo detto di prendere la spada di Barbaforte, che ci sarebbe tornata utile...—
—Non potevamo, Tarpea: ci serviva per accusarlo di detenzione illegale di armi—
I nostri, da dietro un masso, cercavano di decidere cosa fare.

All'improvviso, il masso volò letteralmente via, e Sesta li guardò ridendo; al collo ora aveva un medaglione con un fulmine inciso.
—Chi si rivede, peccato che ora sia invincibile—
—Questa è da vedere— urlò Omega e piantò la spada nel terreno.
Sesta rise, ma vi ricordate la particolarità della spada di Omega? Intorno ad essa vi fu un'Aura improvviso, davanti alla quale tutti rimasero a bocca aperta. Omega disse parole in una lingua che non poteva essere umana, e l'Aura si fece accecante. Quando si spense, Sesta era a terra, svenuta. Omega mormorò —Nulla è più potente d Dio.—

Per far arrestare Sesta, la fecero trovare in una gioielleria, in modo che sembrasse svenuta mentre scappava. Il medaglione fu portato alla base, e Gladiatrex eliminò il potere di esso, e poi si riposò, iniziando ad attendere con suo marito il giorno del parto.

5 commenti:

Erica ha detto...

è molto bello il tuo blog! ti ho conosciuto tramite l'iniziativa di Kreattiva e sono tua follower ^__^ ti va di ricambiare? Mi trovi qui!

Davide Quetti ha detto...

Vado subit a vedere!

PlatinumV ha detto...

Solo una nota: non si chiama "bandiera" ma "gonfalone". Anzi, a guardare il cavillo, quello è il Gonfalone Veneziano in tempo di pace.
Sai com'è, noi ci teniamo a queste cose ;-)
V

Davide Quetti ha detto...

Davvero? Giuro che non lo sapevo. Grazie Platinum, la prossima volta che lo descrivo cercherò di ricordarmelo.

PlatinumV ha detto...

Ehi, veneziana doc, che ci vuoi fare :-D
Se cerchi il gonfalone in tempo di guerra, è quello in cui il Vangelo è chiuso e il leone ha la spada in pugno. In caso dovesse servirti...
V

Articoli Correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...