ARTE MAGICA

ALLA DIFESA DELL'ARTE MAGICA

UN GRUPPO TECNOLOGICO
Un Hacker è capace di entrare in qualunque
sito e/o computer, la famosa "Pirateria
Informatica". Quando causa
danni è definito Cracker
-Cosa fai?-
-Oh, ciao Servio. Emh, niente, stavo solo ciattando...-
-Con i programmi da Hacker? Per favore Tarpea-
Questa è la discussione di due membri dell'Arma It: Servio Coteri, il guaritore freak, e Tarpea Fiti, l'informatica. Quest'ultima in teoria dovrebbe usare le sue capacità di Hacker solo per trovare informazioni necessarie, ma la verità è che le regole le vanno strette: ficca il naso ovunque in Internet. Inoltre, ha la brutta abitudine a non prendere troppo sul serio le missioni e a fare la turista.
-Via- si giustifica l'informatica -è solo per stare in allenamento- -Te lo darei io l'allenamento- ribatté Servio -un po' di Guerra dei Pugni e poi vediamo se insisti a fare la pirata informatica per divertimento-. Servio aveva partecipato alle Guerre dei Pugni di Venezia, competizioni composte da un incontro di pugilato seguita da una battaglia-rissa, vietate solo quando si tirarono fuori i coltelli. Lui aveva avuto uno zio inventore, con cui aveva viaggiato nel tempo, così che aveva un'esperienza di gran lunga superiore ai suoi coetanei, seconda nel gruppo solo a quella di Gladiatrex, l'immortale del mesolitico (o epipaleolitico a dir si voglia), ultramillenaria con aspetto di ventenne (e senza creme e cosmetici).
-Ehi, che succede?- chiese una voce femminile, appartenente a Flora Liberis. Mentre questa entrava nella stanza, Tarpea guardò Servio implorante: non voleva prediche da quella fissata delle regole. Servio sospirò:-Niente, non preoccuparti-.

La casa di Giulietta con il
famoso Balcone
Da un altro computer, Littero, fratello gemello e versione maschile di Flora, chiamò:-Ci stanno chiamando Gladiatrex e Omega- Subito la discussione si fermò, e i tre andarono subito a parlare con i capi del gruppo. Dall'altra parte, Omega e Gladiatrex, i capi dell'Arma It, erano felici di rivedere il gruppo. -Allora, problemi?- -Ma dai Omega, sai che non ci possono essere problemi, anche in nostra assenza; sei ancora stordito dal risveglio?- -Prima o poi quella maschera te la brucio-. -Su smettetela-
-Adesso dove siete?- I due infatti stavano facendo un viaggio: prima a Verona, poi a Venezia, e ora? -Siamo a Parigi- -CASPITA! L'avete vista la Gioconda- -Sì, bella, ma la pubblicità resta decisamente eccessiva.-
-Tanto più che praticamente è un quadretto da comò!-
-Vabbè, richiamate, eh!- -Sicuro!- E chiusero la comunicazione. Oh, dimenticavo: Littero passò a Tarpea un fax per lei; gli altri non videro cosa c'era scritto perché l'informatica lo distrusse subito, ma ve lo dirò lo stesso: "Piantala di fare pirateria!"


A NADRO
Incisioni di duellanti
Provincia di Brescia, Val Camonica, il I sito Unesco d'italia, con una concentrazione di incisioni rupestri impressionante (300 000 e più, in continua riscoperta). Siamo a Nadro, in comune  di Ceto. Da Nadro si può facilmente raggiungere la Riserva delle Incisioni di Ceto, Cimbergo e Paspardo, la più vasta riserva di Incisioni Rupestri della valle. E in questa riserva si sta dirigendo un uomo  particolare. Ha fretta, ma si mantiene furtivo. Ma ha lasciato una traccia... all'improvviso viene attaccato da quattro individui, ciascuno coperto da una strana sopraveste, ciascuna con un simbolo particolare. Non sa con chi ha a che fare, ma capisce:-Fermi, sono dei vostri!-. Si fermarono. -Cosa stai facendo?- -Controllavo. Mi chiamo Hernan, sono Espagnolo. Da piccolo sono stato colpito da delle strane radiazioni, e ho assuntp il potere di attraversare gli oggetti. Ora sto cercando di fermare qualcuno che vuole usare il potere mistico per controllare il mondo-. «Ancora» pensano i quattro, ognuno a modo suo. -Mi aiutate?- -Certo, Hernan. Noi lottiamo certe persone: siamo l'Arma It-.



LOTTE FINALI... O NO?
Hernan spiegò loro che energie magiche o mistiche, entrate in modi ignoti nelle incisioni, potevano essere liberate, creando una fusione dimensionale che avrebbe dato forza al responsabile e distrutto e ricostruito il mondo, con morti. -L'unico modo per evitarlo, è svolgere un rito che blocchi le energie mistiche e impedisca a chiunque di usarle.- quindi s'avvicinarono ad una roccia specifica. Hernan disegnò un cerchio per terra, si mise al centro di esso e urlò:-En emou somatò eiserchè, theu dynamis, kai...- ma prima che concludesse, una mano lo paralizzò con un tocco preciso. Liberatosi grazie al suo potere, si girò per venire attaccato da un pipistrello (Littero) attraverso gli ultrasuoni (che su un corpo intangibile hanno più effetto), e per finire (stordito e tangibile) si ritrovò la spada di Flora a pochi centimetri dalla gola. -Avete vinto, ma non è finita: la società che ha permesso quell'esperimanto la pagherà, e più presto di quanto pensiate-

Dipinto di Lascaux
Lascaux, centro d'arte parietale europea tra i più famosi. Nel silenzio delle grotte dove entrare sarebbe vietato (si visita una loro riproduzione) ci sono dei passi... Una donna s'avvicina. Attraversati i sigilli con il potere d'intangibilità, ritorna tangibile per l'incantesimo. Pronuncia:-En emou somatò eiserchè, theu dynamis, kai...- ma in quel momento uno scudo la colpisce. Prima di svenire, sente:-Avevi ragione, Omega: era proprio un'esperta di magia antica; infatti, stava parlando in greco antico.-



Lei fu accusata solo di essere entrata in una zona proibita al pubblico, lui di aver deturpato la riserva... in ogni caso, fu meno di quanto si meritassero. Ma ora che erano stati scoperti, non avrebbero potuto riprovarci.
-Complimenti: le vostre visioni sono sempre d'aiuto.-
-Anche a voi per non esservi fatti ingannare da quell'Hernan-
-La sua storia era troppo assurda, e poi Tarpea intuisce senza problemi le bugie, no?-
E così, con una risata fra amici, si chiude la storiellina, che spero vi sia piaciuta.

2 commenti:

Viviana B. ha detto...

Ciao Davide! Hai ragione, è da un po' che non passo sul tuo blog, ma sono piuttosto impegnata… So che può sembrare strano, ma per una disoccupata cercare lavoro diventa un lavoro: scrivere e inviare curricula, girovagare per agenzie di lavoro, controllare costantemente la mail, andare a sostenere colloqui, e poi, naturalmente, ci sono le incombenze quotidiane tipo andare a fare la spesa che ora mi occupano moltissimo tempo in più (quando lavoravo e avevo uno stipendio andavo di fretta, ora controllo e ricontrollo i costi della merce al centesimo!).
Comunque, eccomi qui!
Non preoccuparti per i pochi commenti: come vedi, anche da me non è che ce ne siano a bizzeffe… So che a volte la mancanza di commenti può far sorgere il sospetto "Ma qualcuno lo legge o no quello che scrivo?", ma la risposta è "sì", solo che in pochi si prendono la briga di lasciar traccia del proprio passaggio. ;-)
Ciao, a presto!

Dqu ha detto...

Grazie, Vivi. E ti auguro di trovare un buon lavoro al più presto!

Articoli Correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...